Anti Bug Balm: Ovvero, il balsamo anti puntura d'insetto

Non ricordo in quale pubblicità, di non so che prodotto, si citava il motto "estate che avanza teniamo le zanzare a distanza". 
Ed in effetti è vero!! Piccoli esserini che possono davvero infastidirci in estate, sia di giorno che di notte. Lasciando perdere il fastidioso zzzzzzzz, tipico dell'avvicinamento all'orecchio di questi insetti, di sicuro quello che più ci infastidisce è il morso, che lascia un rigonfiamento pruriginoso sulla nostra pelle (non volendo parlare di possibili malattie trasmissibili attraverso esso etc. etc.). Ma come possiamo tenerla a bada....o meglio alla larga senza per forza assuefarci a chimici esperimenti di sintesi di note industrie che contengono tra altri anche DEET (dietiltoluamide), i quali suscitano notevoli preoccupazioni circa i loro effetti tossici. Ancora una volta la scelta ricade sul "Naturalmente Naturale". Esistono, in effetti, diversi escamotage 100% naturali per tener lontani insetti fastidiosi. Possiamo piantare in giardino o adornare i nostri balconi di piante per natura anti zanzara, dal semplice basilico al più colorato geranio non dimenticando la citronella, la menta, la monarbra, l'erba gatta, e la meno conosciuta forse catambra dai super poteri repellenti. Ovviamente, come sempre vige la regola del buon senso, quindi tenere pulito il giardino o il balcone evitando ristagni d'acqua è una regola da non dimenticare se non vogliamo attirare a noi insetti fastidiosi. Ma se ciò non fosse comunque abbastanza bisogna agire di conseguenza, così possiamo ricorrere all'aromaterapia per crearci dei repellenti per l'ambiante e perché no per il corpo. 

Qui di seguito la ricetta per un anti zanzara da spalmare sul corpo. 




Ingredienti per circa 56 g di prodotto: olio e.v.o. 20 g, cera d'api 15 g, olio di ricino 10 g, olio essenziale di citronella 5 g, olio essenziale di cedro 2 g, olio essenziale di lemongrass 2 g, olio essenziale di rosmarino 1 g, olio essenziale di geranio 1 g. 

Procedimento: sciogliere l'olio e.v.o., la cera d'api e l'olio di ricino a bagnomaria o al M.O.. Quando la cera sarà completamente sciolta e mescolando la sua temperatura, assieme agli oli, si sarà abbassata aggiungere i vari oli essenziali. Disinfettare con alcool un contenitore di latta (o di altro tipo, es. vetro) e colargli dentro il liquido ottenuto. Lasciar solidificare prima dell'utilizzo topico.