Ad Impatto Zero

“Tratta bene la Terra!
Non è un’eredità dei nostri padri 
ma un prestito dei nostri figli”

Antico detto masai, Kenya

Ciascuno di noi lascia una impronta sul Pianeta: è il segno del nostro stile di vita, delle nostre abitudini e della nostra identità. Parla di noi.  

impatto ed avere impronte più sostenibili, anche se lo strumento più importante e spesso il più difficile da acquisire è lasensibilità. Informarsi è un buon punto di partenza per trattare bene la Terra, che abbiamo in prestito.

Ad esempio, quanti sanno che le attività in rete, i blogs, i social network e i siti, inquinano?

E' difficile immaginarlo, poiché pensiamo sempre ad azioni “virtuali” e quindi ecologiche, eppure dietro i nostri dati c'è combustione, produzione di anidride carbonica.
L'immensa mole di informazioni che produciamo richiede infatti un “magazzino” concreto, gestito e alimentato da fonti energetiche spesso non delle più pulite: i data center funzionano prevalentemente a carbone, tanto da esser definiti “le fabbriche del XXI° secolo”.

T
L'inquinamento del web è impressionante perché le cifre sono destinate ad un aumento esponenziale impossibile da prevedere... 

In particolare, questo blog aderisce alla campagna di compensazione dell'anidride carbonica CO2 Neutral: significa che un albero piantato per me dall'azienda ecofriendly Doveconviene, bilancia la CO2 del mio blog producendo ossigeno.

Doveconviene ha un'anima green perché mette on-line i volantini pubblicitari che di solito riceviamo per strada o per posta, risparmiando così un po' di carta e di alberi. Segnala le offerte più vicine a casa tua e ti evita lunghi spostamenti inutili, risparmiando pure un po' di carburante: con la campagna CO2neutral ha già piantato quasi 2000 alberi (anzi, diamo una mano ad arrivare alla cifra tonda!).

Il meccanismo è semplice: ho conosciuto Doveconviene.it, ho dato un'occhiata ai loro volantini sul sito: Inserire Link e ho aderito alla campagna, assolutamente gratis, pubblicando questa notizia sul mio spazio online: doveconviene ha un parter ecologista e no profit in Germania, cui paga la piantumazione del mio alberello, che posso vedere sul sito Iplantatree : si tratta di una quercia in una foresta di Gratz danneggiata nel 2007 dal tifone Kyrill. Se avete a cuore la Terra, le informazioni e le iniziative non mancano!

 

 

 


Comments